Placcato dai rapinatori sull’Asse Mediano ma con una “finta” riesce a sfuggirgli. La denuncia in un video.

Borrelli: “Troppi criminali e la gente si autodifende come può. Non siamo in una giungla, serve nuovo piano sicurezza.”

Gli assi viari che collegano Napoli con l’hinterland diventano sempre più pericolosi. Rapinatori, truffatori e banditi sono sempre in agguato.

Un automobilista si è rivolto al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli raccontando, attraverso le immagini della videocamera montata sulla propria vettura, di un tentativo di rapina subito sull’Asse Mediano all’altezza di Mugnano.

video: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/1247210382644750/

L’auto dei malviventi, una volta puntata la vittima, ha dapprima cercato di indurla a fermarsi lanciando una pietra contro la sua vettura per poi inseguirla, tamponarla da dietro e poi frenarle bruscamente davanti. Fortunatamente l’automobilista ha avuto la giusta prontezza d’animo e con una “finta” è riuscito a smarcarsi e ad evitare il pressing dei banditi prendendo, all’ultimo istante, una direzione differente dall’auto di questi ultimi.

“Oramai la gente si autorganizza per difendersi dai delinquenti, sempre più numerosi e pericolosi. Ognuno corre ai ripari come può cercando di arrivare indenne a fine giornata-“- commenta Borrelli- “Ormai qui è una giungla dove la sopravvivenza è sempre più dura. Ma così non si può andare avanti.  Servono più controlli, più pattuglie, un nuovo piano sicurezza e condanne più dure per certi criminali.”

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn