Per chi arriva a Napoli, alla Stazione Centrale e zone attigue, souvenir e spettacoli di degrado e monnezza. Borrelli: “C’è chi il degrado lo ama e lo inneggia, noi lo combattiamo assieme ai cittadini perbene”.

Le condizioni a Napoli di Piazza Garibaldi, che ospita la Stazione Centrale, peggiorano di giorno in giorno come continuano segnalare i cittadini al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

L’arena che era stata concepita per ospitare eventi e manifestazioni è diventata, invece, un ritrovo per senzatetto e tossicodipendenti dove il degrado e la sporcizia sono, senza soluzione di continuità, gli unici protagonisti di certi ‘spettacoli’ quotidiani.

Ma è tutta l’area ad essere pervasa dal degrado come scrive un cittadino a Borrelli:

“Ti giro le foto delle condizioni in cui versa piazza Garibaldi, in particolare la cavea che porta alla metropolitana. La piazza è una discarica ed una toilette a cielo aperto con un rischio igienico sanitario altissimo.”.

Uno scenario catastrofico che ogni giorno si imprime negli occhi dei numerosi turisti che arrivano in città.

video: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/300767356020458

“Sono appena arrivata  da Milano e mi sono imbattuta in questa vergogna. ”-racconta una turista mostrando le condizioni all’esterno della stazione e delle zone limitrofe come C.so Garibaldi e Piazza Enrico De Nicola.

“Abbiamo chiesto ad Asia di prevedere degli interventi programmati più una serie di interventi straordinari per poter riportare decoro in quell’area. Chiediamo soprattutto all’amministrazione cittadina di rigenerare la piazza donandole una nuova vita attraverso la cura, dei controlli costanti e nuovi progetti concreti attraverso anche la collaborazione con Asia, la Polizia Municipale, tutte le forze dell’ordine e le varie associazioni operanti sul territorio.

Purtroppo sono anni che denunciamo tale situazione ma passi in avanti non ne sono stati fatti, anzi qualcuno sembra ‘tifare’ per il protrarsi di questa vergogna, come le protagoniste della scritta nei miei confronti ‘meno Borrelli e più degrado’.

Ovviamente c’è poi una parte consistente della cittadinanza che contesta tutto ciò e vuol vedere cambiamenti concreti. Volerlo, però, non basta bisogna cambiare mentalità ed atteggiamento. Se si comincerà a modificare il modo di vivere non chinando più la testa di fronte a certe vergogne, allora, insieme a queste persone, possiamo vincere la battaglia.”- ha commentato il deputato  Borrelli.

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn