Operazione Alto Impatto alle Salicelle di Afragola. Europa Verde: “L’avevamo chiesto con urgenza anche con diverse denunce. Ora lo Stato sia sempre presente per cancellare alla cultura criminale ed il degrado”

Dalle prime ore del mattino, circa 300 operatori delle diverse forze dell’ordine sono impegnati nell’esecuzione di numerose perquisizioni nel rione Salicelle di Afragola. Si tratta di una delle operazioni Alto Impatto portate avanti dalla Polizia di Stato, dall’Arma dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza.

“Un intervento assolutamente necessario e che avevamo chiesto con urgenza. È necessario liberare questo territorio dal degrado sempre crescente e dall’altissimo tasso di criminalità. 

Recentemente, lo scorso 16 settembre, con il nostro rappresentante di Afragola, nonché consigliere comunale, Salvatore Iavarone, avevamo effettuato un sopralluogo alle Salicelle per denunciare il degrado del territorio e il numero sempre crescente di piazze di spaccio. Inoltre scoprimmo e denunciammo una cappella votiva dedicata ad un soggetto legato ai clan. Si tratta di Daniele Stara, 30enne ucciso a colpi di pistola, nel 2016, a Piscinola. L’omicidio è da ritenersi legato alla faida di camorra che era in atto tra i Mallo-Spina-Esposito contro i Vastarella-Tolomelli-Lo Russo per il controllo dei traffici illeciti di Miano, parte di Secondigliano, Piscinola, la don Guanella, San Pietro a Patierno, Chiaiano, Capodimonte fino al rione Sanità.

E’ arrivato il tempo di costruire le basi per far appassire la cultura criminale e il degrado legato ad esso e far germogliare il seme della legalità nelle periferie da sempre abbandonate. Lo Stato ora dovrà essere sempre più presente.”- queste le parole del deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli con il rappresentante locale Salvatore Iavarone.

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn