In tre sugli scooter, centauri che sfrecciano per le vie, bambini trasportati come pacchi.

L’osservatorio di Borrelli sui cialtroni delle strade: “Fenomeno ancora troppo sottovalutato nonostante i tanti danni, i feriti e i morti. Non vogliamo altre tragedie.”

In tre su uno scooter, senza casco, in giro per le strade andando  a manetta rischiando di investire i pedoni, bambini trasportati sulle moto come fossero pacchi.  Le strade di Napoli e provincia vanno riempiendosi sempre più di balordi e sconsiderati che mettono a rischio la propria incolumità, quella dei loro baby-passeggeri, e degli altri.

Il deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli, che da tempo, ne denuncia il fenomeno, continua a ricevere da cittadini ed utenti della rete diverse segnalazioni sul tema. Le ultime, in ordine di tempo, riguardano: 3 donne senza casco nel quartiere Poggioreale su uno scooter, di cui una bambina: una donna che su un motorino, mentre con una mano tiene una sigaretta accesa, con l’altra mantiene una bambina piccola priva di protezioni, sempre nel napoletano; un balordo che sfreccia in moto senza casco per Scampia per fare esibizioni su tik tok.

video:  https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/271970169052638

“Nonostante le tante vittime della strada, come la 15enne di Giugliano, ancora troppi balordi e cialtroni se ne vanno in giro rappresentando una minaccia per sé stessi e per gli altri. I controlli continuano a latitare e pure gli interventi, quando ci sono, sembrano troppo blandi. Servono sequestri dei mezzi, ritiri delle patenti e denunce a piede libero. Quando si tratta di bambini invece bisogna far intervenire anche i servizi sociali. E’ necessaria molta più severità e una maggiore attenzione al fenomeno che ancora viene sottovalutato nonostante i danni che causa. Non vogliamo essere testimoni di altre tragedie.”- ha commentato Borrelli.

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn