In retromarcia per le strade di Mugnano tra curve, rotatorie e le risate di chi filma. La nuova challenge dei criminali della strada.

Borrelli: “Non c’è proprio nulla da ridere, sono delinquenti che vanno fermati prima che ammazzino qualcuno. Denunciati, ora ci aspettiamo interventi seri.”

Quella di procedere in retromarcia su assi viari e strade pubbliche sembra ormai diventata una moda, pericolosa ed indecente. Una sorta di challenge pericolosa e inquietante.

Infatti dopo l’episodio, denunciato dal deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli, del Suv sulla tangenziale di Napoli, ne spunta fuori un altro avvenuto a Mugnano di Napoli ed immortalato su di un video e finito, come l’altro, sui social. Nel filmato si vede un’auto andare in retromarcia per diversi minuti e per un lungo tratto, imboccando anche delle rotatorie ed effettuando delle curve.

video: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/697690375042900

“Anche questa volta abbiamo proceduto a sporgere denuncia e informare il Sindaco del comune interessato chiedendo che il conducente della vettura venga individuato, sanzionato e punito assieme agli altri partecipanti” – dichiara Borrelli con la consigliera comunale di Europa Verde di Mugnano Giusy Mauriello- “Questa volta che scusa addurranno? Per l’altro episodio non è stato preso nessun provvedimento incisivo, se si continua su questa linea, sin tropo morbida, questi folli incoscienti e delinquenti alla fine provocheranno un incidente o, peggio,  ammazzeranno qualcuno. Si cambi strategia di intervento che così non va bene. E poi non c’è proprio nulla da ridere in questi casi. Chi si imbatte in questi incoscienti e li filma, deve farlo per denunciare e non per farsi quattro risate.”.

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn