Alcol a fiumi anche per i minorenni in un locale dei Colli Aminei. La denuncia dei genitori. “Vendono biglietti per il privè a chiunque, senza controlli e poi i ragazzini si sentono male.”.

Borrelli e Simioli : “Chieste delle verifiche. Bisogna prendere seri provenienti se ci saranno conferme, basta alcol ai minori e nella movida.”

Musica a tutto volume, festeggiamenti, brindisi ma anche alcol a fiumi e minorenni nei privè a fare serata a suon di vodka.

È quello che accadrebbe in un locale per eventi ai Colli Aminei secondo i genitori di alcuni ragazzi che hanno partecipato ad alcune serate.

“Ai ragazzi vendono biglietti per un costo di 25 euro che prevedono ingresso più tavolo nel privè, quindi con bottiglie al tavolo. Quindi queste serate partono già col piede sbagliato dato che anche ai minori si consente di consumare alcolici, anche in maniera smodata. Mio figlio ed i suoi amici sono minorenni ad hanno avuto accesso a questa tipologia di formula. Una volta nel pieno della serata, mio figlio, come mi ha raccontato, si è trovato nel bel mezzo di una ‘stage’, dappertutto c’erano ragazzini ubriachi in stato di semi-incoscienza, alcuni ‘gettati’ come panni sporchi nel giardino invece di chiamare i soccorsi. E se qualcuno si fosse sentito davvero male? Soprattutto, perché a certi locali, ai loro gestori e agli organizzatori di queste serate è consentito tutto senza che vi siamo dei controlli?”- ha raccontato una mamma rivoltasi al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“Abbiamo avvertito le forze dell’ordine di questa storia chiedendo di effettuare dei controlli. Se ciò che è stato denunciando dovesse corrispondere a verità, sarebbe un fatto davvero grave contro il quale andranno pressi seri provvedimenti. È arrivato il tempo che le serate e la movida non sia fatte soltanto di alcol, che genera tropo spesso atti folli e violenti, e che va tolto del tutto dalla disponibilità dei minori.” -ha dichiarato Borrelli assieme al conduttore radiofonico de La radiazza Gianni Simioli.

*il video fa riferimento ad una serata di ottobre nel locale ’incriminato’

video: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/932378591036776

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn