Al Parco Margherita il dèjà-vu dell’inciviltà e dalla sosta selvaggia. Altri due bus bloccati dalle auto parcheggiate in divieto.

Borrelli: “Fenomeno che accomuna tutti i ceti sociali. Un male comune che non è mezzo gaudio. Vanno puniti tutti.”

Le maggiori vittime della sosta selvaggia sono i diversamente abili e i mezzi del trasporto pubblico.

A Napoli, a via del Parco Margherita, circa una settimana fa, come in una sorta di déjà-vu, di qualcosa che si ripete con estrema regolarità, altri due autobus di linea sono rimasti incastrati a causa delle auto parcheggiate in divieto di sosta.

Una delle passeggere ha inviato il filmato dell’accaduto al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli

“Come ogni giorno in via del Parco Margherita, le auto in sosta vietata ostacolano il passaggio, come ogni giorno gli autisti chiamano i vigili invano, e poi sono costretti a manovre estreme per passare.

E noi commentiamo amaramente che magari sono le auto di quelli che sentenziano sul degrado delle periferie e della città.”- ha raccontato la donna.

video: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/377367615081414

“In questa strada sono anni che porto avanti, anche da solo, una estenuante battaglia contro la sosta selvaggia. “ – spiega Borrelli con i consiglieri municipali di Europa Verde Lorenzo Pascucci e Gianni Caselli – “ Ed è vero, spesso sono quelli che vorrebbero presentarsi come cittadini modello, come quelli della Napoli bene, a commettere le infrazioni e a fregarsene del prossimo dimostrando che non è lo status sociale a  rendere civili. Qui, comunque, c’è una sorta di livella, come quella citata da Totò, che non aspetta, però, il giorno del trapasso, e che rende uguali tutti, tutti i ceti sociali, quando si parla di maleducazione ed inciviltà. Il menefreghismo sa essere molto democratico. In questi quasi il mal comune non è mezzo gaudio ma proprio un guaio intero. Rimedi? Punire sempre tutti e comunque e denunciando chi interrompe il servizio pubblico.”

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn